prenota

Tonnarella di Camogli

La rete della Tonnarella oggi come centinaia di anni fa viene sempre cucita e distesa lungo la diga che ripara il porto di Camogli,
e calata nello stesso punto della costa racchiuso tra Camogli e Punta Chiappa.
Fin dall’origine è salpata a mano e le maglie in filato di cocco oltre ad inzupparsi di acqua di mare raccolgono il sudore e la fatica dei tonnarotti.
Insomma tutto è identico, anche i movimenti e la tecnica di pesca sono rimasti quelli.
Ogni mossa ripetuta dall’equipaggio e comandata dal “rais” è un balzo a ritroso nel tempo vecchio quanto il fondale marino sottostante,
l’unico nell’Area Marina Protetta di Portofino da considerare praticamente “vergine”.

La storia

E’ documentato che essa esiste dal 1600. Le prime notizie della Tonnarella di Camogli, che si differenzia dalla Tonnara propriamente detta
perché non avviene la “mattanza”e perché la sua operatività non è limitata alla cattura del solo “tonno di corsa”,
risalgono al 1603. Da ricerche e studi però già nel 1300 si parlava di una tonnara in funzione lungo il Promontorio di Portofino.


La Pesca

L’ubicazione strategica della Tonnarella di Camogli deriva,come le pochissime tonnare ancora presenti in Mediterraneo, da arcaici studi sulle abitudini del tonno.
Esso entra attraverso lo Stretto di Gibilterra in primavera, segue le correnti di superficie che sono più temperate ed indispensabili per la sua riproduzione,
per poi ritornare in autunno da dove è arrivato.
Seguendo questo cammino rasenta le coste a nord del Mare Nostrum, e si dice che tenga sempre la costa al suo lato sinistro come se guardasse con un solo occhio.
Seguendo sempre la costa con l’occhio sinistro viene ingannato dallo sbarramento creato dal “pedale” ( la rete ancorata a terra )
che lo segue fino a terminare la sua migrazione all’interno della Tonnarella.
Attualmente le catture dei grandi tonni rossi è sporadica nel sacco si raccolgono palamite, bonitti e soprattutto nel periodo di passo le ricciole,
le leccie, pesce spada, pesci luna divenuti frequentatori abituali della mare di Portofino.


L’immersione

In pochissimi minuti di navigazione si giunge dall’uscita del porto di Camogli al sito di immersione della Tonnarella.
La zona è a ridosso da qualsiasi mare, ad eccezione del Libeccio, per cui anche con condizioni marine non eccezionali è possibile effettuare l’immersione.
Giunti sul punto, l’imbarcazione del B&B Diving Center si ormeggia a lato esterno della rete e in accordo con il capobarca ( rais), una guida subacquea entra per prima nella camera di raccolta per controllare che ci siano le condizioni di sicurezza per poter effettuare l’immersione.
L’immersione avviene durante la levata, per cui dopo il tempo stabilito si esce nuovamente dalla camera di raccolta per assistere al termine della pescata.


Ringraziamo Adriano Penco per le immagini

X chiudi
Hotel Cenobio

Cerca disponibilità e prezzi
al miglior prezzo garantito!

Solo prenotando sul sito ufficiale potrai usufruire dei numerosi vantaggi della prenotazione diretta!

Modifica/cancella prenotazione

garanzia di prenotazione
Perchè prenotare
sul sito ufficiale?