Cinque Terre


Nel 1997 le Cinque Terre sono state dichiarate patrimonio dell'umanità. E solo visitandole se ne capisce a fondo il motivo.
Riomaggiore, Manarola, Corniglia, Vernazza e Monterosso, in fila come le pietre preziose di una collana, si affacciano a poca distanza tra loro su una costa scoscesa e affascinante sulla quale l'uomo ha vissuto e lavorato per millenni, realizzando migliaia di chilometri di muretti a secco per trasformare un un territorio inaccessibile in un ambiente di straordinaria bellezza.

Un territorio bellissimo e fragile
fatto di un litorale roccioso,
dai fondali profondi,
sovrastati da una catena di monti
che corrono paralleli al litorale.

Un paesaggio unico al mondo


I vigneti aggrappati alle colline a picco sul mare, veri protagonisti di un paesaggio unico al mondo,
producono vini rinomati che hanno il sapore del tramonto, dei marosi e della pietra.
Ed è percorrendo i sentieri sospesi tra cielo e mare che si scopre l'anima più intima delle Cinque Terre, borghi costieri votati all'agricoltura, in un territorio bellissimo e fragile fatto di un litorale roccioso, dai fondali profondi, sovrastati da una catena di monti che corrono paralleli al litorale.
E proprio spiagge, scogliere e calette isolate sono un altro pretesto per spostarsi da una stazione all'altra, visitando i cinque borghi alla ricerca di piccoli scorci ignoti e irripetibili o di punti panoramici dove lasciare il cuore.

Camogli

Camogli

Abbracciato dal verde anfiteatro naturale formato da pini marittimi e ulivi, baciato dal sole che spennella di luce cangiante i colori delle tipiche case alte...

Dettagli

Portofino

Portofino

Appare all'improvviso, incastonato in un'insenatura nascosta nel cuore di un promontorio lussureggiante di macchia mediterranea che taglia il mare come una lama...

Dettagli

Genova

Genova

Il centro storico più grande d'Europa, che si erge stretto tra mare e colline, materializzandosi con una distesa di palazzi dallo splendore abbagliante, intervallati da vicoli stretti...

Dettagli